Fabio Carpi

Nato a Milano, vive a Parigi. Divide la sua attività fra la letteratura, il cinema e la televisione.

Ha pubblicato due libri di racconti: “LE VACCHE SVIZZERE” e “RELAZIONI UMANE”, e romanzi:
“DOVE SONO I CANNIBALI” - “ I LUOGHI ABBANDONATI” - “LA GESTIONE ARTFICIALE” “IL CIRCO DI PECHINO” - “MABUSE” - “ NEVERMORE” - “PATCHWORK”- “BONA PARTE” “COME SONO ANDATE LE COSE” - “L'ULTIMA TAPPA DEL GIRO DI FRANCIA” - “PULCE SECCA” - “COME HO FATTO I MIEI FILM”.

Autore di oltre cinquanta sceneggiature per il cinema e la televisione (ricordiamo fra
le altre : “Diario Di Una Schizofrenica” di Nelo Risi, “Un Uomo a Metà” di Vittorio
De Seta, “Bronte, Cronaca Di Un Massacro” di Florestano Vancini).

Ha scritto e diretto:

“CESARE ZAVATTINI, PARLIAMO TANTO DI ME” (documentario, 1967)
“CORPO D’AMORE” (film, 1971/72)
“L’ETA’ DELLA PACE” (film, 1974)
“QUARTETTO BASILEUS” (film, 1981/82)
“LE AMBIZIONI SBAGLIATE” (film, 1982)
“I CANI DI GERUSALEMME” (film, 1983/84)
“CESARE MUSATTI, MATEMATICO VENEZIANO” (documentario, 1985)
“BARBABLU, BARBABLU” (film, 1987)
“L’AMORE NECESSARIO” (film, 1990)
“LA PROSSIMA VOLTA IL FUOCO” (film, 1993)
“NEL PROFONDO PAESE STRANIERO" (film, 1996)
“NOBEL” (film, 2000)
“LE INTERMITTENZE DEL CUORE” (film, 2002/03)

PREMI RICEVUTI:

Nastro D’Argento per la migliore sceneggiatura con “ Diario Di Una Schizofrenica”
Riceve la Targa Mario Gromo a Saint Vincent per “Corpo D’amore”
Con “Quartetto Basileus” ha vinto il Gran Premio del Pubblico a Nizza nel 1982 e il Premio della Critica “L’Oeil” a Parigi nel 1983. Il film è stato proiettato al Lincoln Plaza di New Yorkper dieci mesi consecutivi.

Con “ I Cani Di Gerusalemme” riceve il Premio “Occhio Del Pardo” e il Premio per il miglior attore (Jean Rochefort) al Festival di Locarno, Sezione Tv Movie nel 1984.

Riceve il Premio Sergio Leone alla carriera ai “Rencontres Du Cinéma Italien“ di Annecy nel 1991.

David di Donatello, Grand Prix du Jury, Premio Fipresci, Premio di qualità della Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento Spettacolo, nel 1997 come migliore sceneggiatura per “Nel profondo Paese Straniero”.

Premio Fellini per la sceneggiatura di “Nobel”.
Innovation Award al Festival Des films du Monde di Montrealper “Nobel”, 2003.



Scroll to Top