Matteo Bernardini

Matteo Bernardini è un giovane regista italiano.

Si laurea in Lettere Moderne e, successivamente, consegue la Laurea Magistrale in Culture Moderne Comparate presso l’Università di Torino.

Si forma frequentando la sede londinese della New York Film Academy e lavorando come assistente alla regia al Cinema e all’Opera, con registi quali Robert Carsen, Michele Placido e Cristina Comencini.

I generi affrontati da Matteo Bernardini nel proprio lavoro spaziano dal cortometraggio al video musicale, passando per il documentario e la pubblicità.
Ha realizzato il videoclip Ooh Yeah! per l’omonimo singolo del musicista e dj americano Moby, che gli ha portato plauso e attenzione internazionali. 

I suoi lavori hanno avuto una distribuzione internazionale e sono stati presentati presso importanti festival, rassegne e musei quali la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il Rhode Island International Film Festival, i David di Donatello, le Giornate del Cinema Muto, il MART di Rovereto. Fra questi, il videoclip “Ooh Yeah!” per il musicista americano Moby, il fortunato viral “Treated”, il cortometraggio “Vampyre Compendium” con Oona Chaplin ed il cortometraggio muto “The Music Lovers”.

Microsoft ha scelto Matteo quale suo testimonial (unico italiano e unico regista) per la campagna legata al lancio di Windows7, conclusasi con il documentario “Eyes Wire Open – Ritratto di una generazione”. Il documentario è andato in onda su Deejay TV.

L’ultimo lavoro di Matteo Bernardini è il cortometraggio "An Afterthought", scritto insieme con la celebre scrittrice Sahar Delijani e basato sul finale originale della storia di Peter Pan.
Il “prodigio Beckettiano” Lisa Dwan è la protagonista del corto, ed il grande Italo Petriccione ne ha curato la fotografia.
Il corto ha ottenuto prestigiose prime internazionali presso il Giffoni Film Festival e il BIFAN (Bucheon International Fantastic Film Festival); ha inoltre ricevuto la Menzione Speciale della giuria del Festival de Cine Italiano de Madrid.

Bernardini è stato definito da Wired Magazine “The Next Big Thing”. È stato inoltre selezionato fra i 190 creativi più rappresentativi d’Italia dall’annuario Young Blood 2008, distribuito dal Ministero della Gioventù.

Al momento, Bernardini sta lavorando al suo primo lungometraggio, Peter and Wendy, tratto dal classico Peter Pan di J. M. Barrie e prodotto dalla casa di produzione del regista, la Neverbird Productions.



FILMOGRAFIA SELEZIONATA

OOH YEAH!, video musicale (2008)
• VAMPYRE COMPENDIUM, cortometraggio (2010)
• PEACE RIOT, cortometraggio (2010)
• EYES WIRE OPEN, documentario (2011)
TREATED, viral (2011)
• SEGNI DI INCONTRO, documentario (2012)
• THE MUSIC LOVERS, cortometraggio (2013)
• MARIA CRISTINA CARLINI – RITRATTO DI UN’ARTISTA, documentario (2014)
IL PALLONCINO DI CARTA spot pubblicitario (2014)
• A COME ARMENIA, documentario (2015)
• IL GIARDINO NERO, cortometraggio documentaristico (2015)
AN AFTERTHOUGHT, cortometraggio (2016)



Nazionalità

Italiana

Scroll to Top